Dhyanalinga

Sadhguru: Oggi la scienza moderna ci dice che, senza ombra di dubbio, lintera esistenza è solo energia che si manifesta in tanti modi diversi. Quello che cambia sono i diversi livelli di manifestazione. Ciò che chiami creazione è la stessa energia, che va dallo stadio più grossolano al più sottile.

Ricordo che in passato, dopo aver finito il college, volevo fare un po' di soldi per poter viaggiare, così ho avviato un allevamento di polli. Un giorno ho deciso di dipingere le pareti. Ho immerso il pennello nella vernice per stenderla sul muro. Non volevo dipingere accuratamente l'intera parete, volevo solo dargli una verniciatura sommaria. Così ho semplicemente appoggiato il pennello sulla superficie e ho cominciato a camminare da un'estremità all'altra. La vernice all'inizio era molto densa e diveniva via via più sottile, fino a scomparire. Ho visto questa striscia di vernice passare dall'essere densa a diventare più sottile e poi semplicemente scomparire, e sono esploso. Le lacrime semplicemente mi scorrevano dagli occhi perché proprio lì c'era l'intera creazione. Ecco tutto ciò che è l'intera creazione: una striscia di vernice. Inizia molto densa e spessa, diventa sempre più sottile, per diventare nulla. Dal più basso al più elevato, era tutto lì. Il Vishwarupa Darshana era lì per me solo in questa striscia di vernice. Mi sono seduto lì, in delirio e in estasi. Non ho dato la vernice per tre giorni. Poi ho ricominciato.

Tutto è la stessa energia. La roccia è la stessa energia. Anche Dio è la stessa energia. Una è grossolana, l'altra è sottile.

Mano a mano che diventa più sottile, oltre a un certo livello di sottigliezza, lo chiami Divino. Oltre un certo livello di grossolanità, lo chiami animale. Il livello ancora oltre lo chiami inanimato. È tutta la stessa energia. L'intera creazione per me è semplicemente una striscia di vernice e, se la guardi, è la stessa cosa per te. Ciò che chiami Dhyanalinga è il risultato dell'aver portato le energie a livelli sempre più sottili.

L'intero processo dello yoga è passare allo stadio meno fisico e più fluido, più sottile. Per esempio, Samadhi è quello stato dove il contatto con il corpo è minimizzato a un punto singolo, e il resto dell'energia è libera, non più imbrigliata nel corpo. Una volta che l'energia si trova in questo stato, può essere utilizzata per fare molto. Quando l'energia è bloccata e identificata con il corpo, non si può fare molto. Tutto ciò che puoi produrre sono pensieri, emozioni, e azioni fisiche. Ma una volta che l'energia diventa libera dall'identificazione fisica e diviene fluida, con essa si possono fare così tante cose da essere inimmaginabili.

Il Dhyanalinga è un miracolo perché è una possibilità per conoscere la vita nella sua massima profondità, fare esperienza della vita nella sua totalità.

Quando dico miracolo non sto parlando del gesto di cambiare un oggetto in un altro. Se puoi attraversare la vita senza esserne toccato, se puoi giocare con la vita in qualsiasi modo tu voglia senza che la vita possa lasciare un graffio su di te, questo è un miracolo. Stiamo lavorando per manifestare questo nella vita di ognuno in così tanti modi. Anche questo è il miracolo dei programmi di Yoga di Isha. La sfera e l'energia del Dhyanalinga creerà una possibilità per ogni essere umano che viene in contatto con esso - sia realmente nelle sue vicinanze, o semplicemente nella sua consapevolezza - se si è disposti ad aprirsi. Sarà a disposizione di ognuno. Diventerà la sua più alta possibilità.

"Voglio che tu conosca il potere e la liberazione di un altro tipo di scienza, la scienza interiore, la scienza yogica attraverso la quale puoi assumere la padronanza del tuo stesso destino". - Sadhguru

Hai conosciuto il piacere e la convenienza della scienza moderna; allora perché il Dhyanalinga? Perché voglio che tu conosca il potere, la liberazione di un altro tipo di scienza, la scienza interiore, la scienza yogica attraverso la quale puoi assumere la padronanza del tuo stesso destino. Ecco il perché del Dhyanalinga.

Una scienza come questa ti dà la padronanza assoluta della vita stessa. L'intero processo del Dhyanalinga è volto solo a manifestare questa scienza in modo tale che non potrà mai essere portata via; e per manifestarla anche in modo tale che sia accessibile in ogni momento a chiunque lo voglia. Non solo per creare la vita come la vuoi, ma per essere in grado di decidere il processo stesso della vita, morte, e rinascita. Fino al punto di decidere il ventre in cui rinascerai e, da ultimo, essere in grado di dissolverti secondo la tua volontà.